L1007052
_DSC6863
home lago ok

Amici della Terra Italia Onlus, è un’Associazione ambientalista riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente, attiva in Italia dal 1978 con sedi e recapiti su tutto il territorio nazionale.

Sulla sua attività i principi generali sono espressi e ribaditi in un documento approvato nell’ultimo Congresso Nazionale di cui riportiamo stralcio:

“Occorre raccogliere la sfida di creare un legame libero e forte fra coloro che coltivano un pensiero ambientalista razionale ed evoluto, fra quelli che lottano per salvaguardare la natura senza farne una religione, fra coloro che denunciano i problemi ma cercano anche le soluzioni. Esistono molte buone esperienze di lotte ambientaliste e molti buoni esempi di politiche ambientali nel mondo. Occorre che non si disperdano e che si crei un ambito adatto a valorizzarle e a riprodurle. Spesso, sono realizzate da persone che non si qualificano come ambientalisti o che non sanno nemmeno di essere tali. Noi dobbiamo avere la capacità di riconoscere queste persone, di raggiungerle e di ottenere il loro aiuto e la loro amicizia. E’ affidata a noi la possibilità che l’Italia sia rappresentata in un simile movimento e che anche in Italia esso si possa esprimere con successo. A questo fine gli Amici della Terra intendono continuare a sviluppare in modo autonomo e originale il proprio impegno e la propria iniziativa politica attraverso un approccio che può essere sintetizzato nello storico slogan adottato dagli Amici della Terra negli anni ’90 e non ancora superato: “Ecologia è buongoverno”. Gli argomenti usati per illustrarlo da Mario Signorino, presidente degli Amici della Terra di allora, sono ancora perfettamente attuali:

“… la crisi ambientale si intreccia con quella generale del Paese. L’esperienza parla chiaro: l’ambiente non si salva per decreto, con un atto risolutivo. Non bastano i proclami, le iniziative clamorose, e neanche i divieti formali e le sanzioni. La tutela dell’ambiente richiede una miriade di modificazioni nel vivo della vita quotidiana: nei processi produttivi, nei consumi e nei comportamenti dei cittadini, nei mille modi in cui la società è organizzata e amministrata. E ciascuna di queste modificazioni ha bisogno di condizioni precise per realizzarsi.

“L’esperienza dimostra anche che queste misure non si possono imporre in modo autoritario, ma devono essere fondate sulla convinzione dei cittadini, dei consumatori e dei produttori. Non è utile né corretto idealizzare un innocente “popolo inquinato” e criminalizzare i produttori inquinatori. Dal punto di vista dell’inquinamento, il popolo è tutt’altro che innocente. Assai più utile sarebbe, invece di contrapporre i diritti degli uni ai misfatti degli altri, evidenziare le responsabilità di ciascuno nel contribuire alla soluzione dei problemi.

“In definitiva, il problema ambientale è innanzitutto un problema di cultura e di buona amministrazione, che sono le carenze più grosse della politica italiana. E’ dunque inevitabile che, se lo Stato non funziona, anche l’ambiente si ritrovi privo di concreta tutela”.

IL Club di Varese della Associazione Amici della Terra – fondato nel 1998 – persegue a livello territoriale va provinciale i principi generali che ispirano l’azione di tutta l’Associazione.